Sulla nozione di “soglia” tra feto e gestante

Sulla nozione di “soglia” tra feto e gestante. Un contributo alla comprensione della complessità della gestazione

Paolo Francesco Pieri, pp. 21-47

L’articolo riflette sul fatto che durante la gestazione il feto non subisce particolari modificazioni nei suoi organi, i quali maturano sia funzionalmente sia strutturalmente in uno stretto e costante rapporto psico-fisico con la gestante. Passando in rassegna la letteratura internazionale sull’argomento, si considera la vita intrauterina dal punto di vista psicologico, rilevando come il feto, nella gestazione, si vada costituendo mentre apprende e fa esperienza, mentre conosce e memorizza. E rilevando in particolare come nel feto si dia una vita psicologico-relazionale dentro quel sistema psico-fisico costituito dallo stesso feto e la gestante. È dentro tale “soglia” che nel feto si rileva una capacità di fare esperienza e una presenza dei movimenti emotivo-affettivi che sono alla base del poter fare esperienza, e quindi delle capacità protopsichiche, delle capacità di attenzione, delle capacità percettive, delle funzioni comunicativo-relazionali (tattili, olfattive, gustative, visive, uditive).

Parole chiave: Psicoanalisi, Psicologia perinatale, Infant Research, Neuroscienze, Protomentale, attaccamento prenatale, sfera psichica incorporata, intersoggettività primaria, feto-gestante, nati pretermine, memoria implicita, mammese.

 

The concept of “threshold” between the fetus and the pregnant woman. A contribution to the understanding of the complexity of gestation.

Abstract: The article reflects on the fact that the fetus’ organs undergo no significant changes during the gestation period. They mature both functionally and structurally in a close and constant mental and physical relation with the pregnant woman. According to the relevant international literature, the intrauterine life is observed from a psychological perspective, in fact, it is evidenced how the fetus, during gestation, is formed while learning and making experiences, while being cognitively active and remembering. Furthermore it is acknowledged how within the psycho-physical fetus/gestating-woman system the fetus is actively engaging in a psychological-relational life. Within this “threshold” the fetus is found both to possess the presence of emotional and affective movements which set the ground for the possibility of making an experience; and proto-psychic capacities, attention and perceptive capacities, and communicative-relational functions (touch, smell, taste, sight, hearing).

Keywords: Psychoanalysis, Perinatal Psychology, Infant Research, Neuroscience, Protomental, prenatal attachment, embedded psychic sphere, primary intersubjectivity, fetus/gestating-woman, born preterm, implicit memory, motherese.

€5,00 – Aggiungi al Carrello Include 4% di tasse

About the Author: Redazione