Violenza assistita e separazione dei genitori: dagli aspetti psicologici al coinvolgimento del minore in ambito giudiziario

di Francesca Moscati, pp. 97-108

Con la diffusione del concetto di violenza assistita ed il diffondersi dell’attenzione sui bambini che assistono a violenza in concomitanza della separazione dei genitori, si rendono necessarie alcune riflessioni sulle modalità di ascolto di questi minori. Il sempre più diffuso coinvolgimento di questi bambini nei percorsi giudiziari di tipo civile e/o penale, ha determinato la necessità di declinare le conoscenze psicologiche ai fini dell’ascolto di questi piccoli testimoni. La comprensione di alcuni aspetti psicologici che si muovono all’interno del bambino e la distorsione delle dinamiche familiari in cui esplode la violenza al momento della separazione possono aiutare nella costruzione di un assetto dell’ascoltatore in cui l’attivazione di istanze protettive, la capacità di contenere l’ambivalenza emotiva, e di cogliere le risposte post-traumatiche, senza colludere con la disfunzione del sistema familiare e con i rigidi assetti difensivi possono ridurre alcuni rischi nel raccogliere il narrato dei bambini.

Parole chiave: Violenza assistita, separazione genitoriale, ascolto, violenza domestica, bambini e procedimenti giudiziari.

 

Witnessed violence and parental separation: from psychological aspects to involvement of the child in judicial proceedings.

Abstract: With the spread of the concept of witnessed violence and the increase in attention on children who witness violence in conjunction with the separation of their parents, some thought on how to listen to these minors is required. The increasingly widespread involvement of these children in the paths of civil and/or criminal justice has resulted in the need to bend psychological knowledge for the purpose of listening to these little witnesses. The understanding of some psychological aspects that move within the child and of the distortion of family dynamics when violence erupts at the time of separation can help build an attitude in the listener in which the activation of protective instances, the ability to contain emotional ambivalence and to recognize post-traumatic responses, without colluding with the dysfunction of the family system and the rigid defensive structure, may reduce certain risks in collecting the children’s narration.

Keywords: Witnessed violence, parental separation, domestic violence, child in judicial proceedings.

€3,00 – Aggiungi al Carrello Include 4% di tasse

About the Author: Giovanni Campolo